In arrivo…. “IMPARARE GIOCANDO”. Corso di formazione e aggiornamento per gli insegnanti di tutto il Polo Formativo 5 Nord-Est Vicenza

«Ogni studente suona il suo strumento, non c’è niente da fare. La cosa difficile è conoscere bene i nostri musicisti e trovare l’armonia. Una buona classe non è un reggimento che marcia al passo, è un’orchestra che prova la stessa Sinfonia».

Daniel Pennac, «Diario di scuola»

Partendo da questo presupposto, a partire da settembre, gli insegnanti saranno impegnanti con me in un corso di aggiornamento, che vuole essere sopratutto un momento di condivisione e confronto rispetto al bagaglio di sapere che ogni insegnante sicuramente possiede.

Ci focalizzeremo nel momento di passaggio dalla scuola dell’infanzia alla scuola primaria, che assume un grande significato per le giovani menti dei nostri bambini, vedremo insieme quali sono i prerequisiti dell’apprendimento e cosa può fare la scuola?

L’ultimo anno della scuola dell’infanzia acquista infatti particolare interesse, in quanto consente di osservare le peculiarità di ogni singolo alunno e di accompagnarlo in questo passaggio. Spesso, grazie a questa attenta e puntuale osservazione, è possibile rintracciare eventuali difficoltà individuali che, a volte, possono tradursi, una volta arrivati nella scuola primaria, in veri e propri ostacoli nell’apprendimento.

Il percorso di formazione offrirà agli insegnanti:

  • l’opportunità di affinare le capacità di osservazione degli alunni, sotto il profilo preventivo e di potenziamento;
  • opportunità esperienziali finalizzate alla padronanza e alla consapevolezza della corporeità, dell’equilibrio, del controllo posturale e della rappresentazione mentale del proprio corpo fino ad accompagnare l’alunno all’espressività grafico-segnica;
  • nuove competenze per potenziare i prerequisiti basilari per l’apprendimento della letto-scrittura e della matematica, con l’ausilio della creatività, della musica e dell’arte in un’ottica di continuità didattica con la scuola primaria, offrendo al bambino la possibilità di Imparare Giocando;
  • una pedagogia attenta ai bisogni propri di ogni bambino, che impara toccando, spostando, assaggiando, riempiendo, facendo rotolare, disegnando sulla parete, suonando, ecc., un’educazione che passa attraverso il fare, per saper essere e saper fare.

Attraverso una metodologia pedagogica che considera il corpo, nella sua totalità e nella percezione delle sue parti, veicolo e strumento espressivo, capace di innescare l’apprendimento scolastico, gli insegnanti avranno a disposizione nuove modalità di lavoro, che spero diventino un vero e proprio “modus operandi” all’interno di qualsiasi contesto scolastico…

Al termine del corso la possibilità di avere a disposizione un software: “Il bello di imparare©” e di richiedere due giochi in scatola “L’alfabeto in gioco©” e “La matematica in gioco©”.

© Sabrina dott.ssa Germi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *