Percorsi scuola d’infanzia e primaria

Con il “Cappellaio Matto” alla scoperta del corpo in gioco. Un corpo da ascoltare, dirigere e dominare fin da piccoli. Un corpo che può svelare anche emozioni e paure, e gli adulti possono individuarle e comprenderle… così il Cappellaio Matto diviene strumento di osservazione e prevenzione del disagio, anche nella scuola d’infanzia.

Percorso di sperimentazione motoria e psico-sensoriale, che accompagna il bambino di 3-4 anni asperimentarsi in un gioco di contrasti, fino a giungere gradualmentealla scoperta del proprio sé, alla consapevolezza di “avereun corpo” e di poterlo ascoltare, dirigere e dominare.

“C’era una volta un lago… con le onde, i pesci, i sassolini e… una fatina!”. Con l’onda e il mare calmo, il bambino sperimenta il rilassamento… è il bambino in relazione con il mondo… con l’arrivo della pioggia, il mare diventa arrabbiato, il bambino vive il ritmo concitato ed emozioni intense, correndo tra le onde mette alla prova il suo “equilibrio”, fino a quando tutto si quieta.
Al centro corpo ed emozione-affettività, dove l’aspetto ludico e psicomotorio del corpo è integrato dalle carezze e dal con-tatto, per i bimbi di 4-5 anni. Aiuta a prendere consapevolezza delle potenzialità e soprattutto a regolarizzare il comportamento, attraverso nuovi canali espressivi (la musica, il ritmo, il gesto, il movimento, l’uso della voce, il massaggio), per liberare le energie imprigionate ed esplorare il mondo delle emozioni/sensazioni.

“L’alfabeto in gioco…”. L’alfabeto della favola si fa gioco, per accompagnare i bambini a scoprire l’ambiente, a conoscere gli abitanti del bosco, i suoi alberi, le sue caverne, così piano, piano, i bambini imparano a leggere i segni che portano verso il sentiero dell’alfabeto e costruiscono la strada dei numeri .
Percorso finalizzato alla prevenzione delle difficoltà di apprendimento, con il riconoscimento dei bambini a rischio di difficoltà e la predisposizione di interventi pedagogico-clinici mirati a potenziare le abilità carenti (attraverso metodologie pedagogico-cliniche e un questionario osservativo per l’identificazione precoce delle difficoltà di apprendimento).

“Bio-arte. Dal singolare al plurale: il corpo in relazione”. Dal gruppo-classe in difficoltà, alla scopertà del proprio sé, passando per la relazione interpersonale con l’altro, mediante il prendere, il dare, il ricevere,attraverso l’alchimia dei colori, del con-tatto, della musica, del materiale euristico e psicomotorio. Il bambino viene condotto attraverso uno stimolante viaggio al superamento dei comportamenti problema, e il gruppo-classe può finalmente completare la sua opera d’arte, perché tutto si è trasformato.
Per la scuola primaria. Per la prevenzione e la gestione, all’interno del gruppo-classe,di comportamenti problemaquali disturbi della condotta, iperattività ed impulsività, favorendo la pro-socialità.